Scelta lingua:    
           Home >> Territorio - Da vedere -Dettaglio
Da vedere

I Luoghi del Sacro




Chiesa di Santa Maria Assunta, già Chiesa di San Francesco


Vallo di Nera

Per Informazioni Turistiche

Ufficio informazioni di Cascia
Piazza Garibaldi 1
Tel.: 0743.71147 - Fax: 0743.76630
Email: info@lavalnerina.it 

Descrizione

La Chiesa di Santa Maria Assunta è situata a Vallo di Nera, adiacente le mura di cinta del borgo. Risalente all’epoca imperiale, agli inizi del Trecento, passò ai Minori Conventuali. Di fianco venne costruito il convento di cui si ha notizia fin dal 1336. I francescani intervennero con lavori di ampliamento, trasformando inoltre una delle torri di difesa in campanile.

Nel 1652, sotto il pontificato di Papa Innocenzio X la Chiesa, precedentemente dedicata a San Francesco, venne dedicata a Maria Assunta.

La facciata presenta un rosone scandito da dodici colonnine e l’interno è strutturato in un’unica navata. La tribuna, cui si accede tramite un grande arco, è priva di cappelle laterali e termina con un’abside. Sulla parete di destra della navata si aprono tre finestre monofore, mentre in quella di sinistra, una sola, attigua al convento. In antichità le pareti della navata erano completamente affrescate; oggi interventi di ristrutturazione ne hanno mutato parzialmente la fisionomia.

Sulla parete di sinistra, una delle opere più notevoli è il martirio di Santa Lucia, attribuita a Cola di Pietro da Camerino. Più avanti Santa Caterina d’Alessandria, incoronata, con la palma e la ruota a raffi accanto a San Francesco con le stimmate e la Regola. A destra dell’altare, risalente agli inizi del Seicento, da un affresco che raffigura una Madonna del Latte tra San Gregorio Magno e un porporato, si affacciano due Madonne col bambino, una delle quali impegnata ad allattare. Ad essa erano solite rivolgersi le madri per implorare l’abbondanza del nutrimento.

A destra, sotto una nicchia, una Madonna del Latte eseguita dal Maestro di Eggi. In prossimità del grande arco, nel registro inferiore, una piccola Madonna di scuola riminese; sull’arco le figure di Sant’Antonio Abate e San Cristoforo.

Nella parete sinistra dell’abside la Dormitio della Vergine attorniata dai dodici Apostoli. Sotto la Madonna in Trono tra un martire, forse Santa Cristina, e San Bernardino. A destra la Fuga in Egitto, in cui è possibile ammirare due angeli che guidano San Giuseppe recante in spalla un bastone cui è appeso un otre e due pani, Maria cavalca un’asinella ed un garzone sprona l’animale.

Sulla parete di fondo, iniziando dall’altro, opera di Cola di Pietro, l’Annunciazione; sotto, a sinistra, la Natività e a destra l’Adorazione dei Magi. Nel registro sottostante, la Crocifissione.  Sulla parete di destra dell’abside, dall’alto: San Francesco nell’atto di ricevere le stimmate; Francesco intento a predicare agli uccelli; la flagellazione di Gesù. A fianco si apre una monofora, a destra della quale compare San Leonardo e Sant’Antonio Abate.

Sulla parete di destra della navata sono affrescati undici Santi tra i quali San Giuliano in vesti militari e Sant’Antonio Abate. Al di sotto la lunga processione dei Bianchi, movimento di penitenti sorto nel 1399 allo scopo di proclamare la pace universale e ottenere il perdono dei peccati. In questa opera, Cola di Pietro li ritrae durante il loro passaggio alla volta di Roma.  A destra della seconda finestra Sant’Antonio Abate, protettore degli animali, Gregorio Magno, coronato col triregnum, mostra un dipinto con i Santi Pietro e Paolo, proseguendo un’austera Madonna in Trono della metà del Quattrocento che porta sulle ginocchia il Bambino con un passerotto, a fianco Santa Chiara e Santa Maria Egiziaca.

Il penultimo gruppo di affreschi si svolge su tre registri: in alto la Vergine in Trono che allatta il Figlio; alla destra, i Santi Rocco e Sebastiano, sotto San Gregorio Magno benedicente.

Sulla destra, San Pietro Martire, pugnalato da eretici, compare anche nel gruppo seguente insieme a San Sebastiano. Nel registro più basso la Trinità, rappresentata come Essere tricipite

 

Una possente torre campanaria si eleva al di sopra del presbiterio, inserita nella cinta del castello. Nell’ampia cella, la campana maggiore del sec. XIV. Sulla parete sinistra sporge la nicchia che alloggia l’orologio a pesi.

Nella parte alta del borgo da non perdere la Chiesa di San Giovanni Battista



Come arrivare

Per conoscere le indicazioni stradali, la invitiamo a consultare la mappa di Google qui a destra.

Galleria Fotografica

La Chiesa di Santa Maria Assunta - Vallo di Nera
La Navata - Chiesa di Santa Maria Assunta - Vallo di Nera
La Dormitio della Vergine - Chiesa di Santa Maria Assunta - Vallo di Nera
Il martirio di Santa Caterina - Cola di Pietro da Camerino - Chiesa di Santa Maria Assunta - Vallo di Nera
L`Annunciazione di Maria - Cola di Pietro da Camerino, 1381 - Chiesa di Santa Maria Assunta - Vallo di Nera
La Processione dei Bianchi - Cola di Pietro da Camerino, 1401- Chiesa di Santa Maria Assunta - Vallo di Nera
Pittore del sec. XV - La fuga in Egitto - Chiesa di Santa Maria Assunta - Vallo di Nera
Santa Caterina d`Alessandria e San Francesco - Chiesa di Santa Maria Assunta - Vallo di Nera
La Madonna del Latte - Il Maestro di Eggi - Chiesa di Santa Maria Assunta - Vallo di Nera
Santa Chiara e Santa Maria Egiziaca - Chiesa di Santa Maria Assunta - Vallo di Nera
Pittore di fine XV sec., Trinità tricefala, Chiesa di Santa Maria Assunta, Vallo di Nera
Sant`Antonio Abate e San Gregorio Magno - Chiesa di Santa Maria Assunta - Vallo di Nera
Madonna col Bambino - Pittore umbro (1432) - Chiesa di Santa Maria Assunta - Vallo di Nera


Visualizza Chiesa di Santa Maria Assunta in una mappa di dimensioni maggiori

Download documenti
Documento SALVA
Il Castello di Vallo di Nera.pdf.
La Chiesa di S. Maria Assunta.pdf.

Richiedi informazioni

Nome: Cognome:
E-mail: Telefono:
Note:
Codice di sicurezza:
Verifica codice:
Acconsento
Non acconsento
Invia
Home | Contattaci | Note legali e privacy

I contenuti del sito (foto, video, docs) sono utilizzabili gratuitamente in modalità
Creative Commons (diritto di Attribuzione 3.0). Usali pure nel Tuo sito web, blog e social.



Design e comunicazione
Altra | via - Key Associati