Scelta lingua:    
           Home >> Territorio - Da vedere -Dettaglio
Da vedere

Da Non Perdere




Oasi naturalistica dei Monti Coscerno ed Aspra


Naturalistic oasis of Monti Coscerno ed Aspra

Per Informazioni Turistiche

Ufficio informazioni di Cascia
Piazza Garibaldi 1
Tel.: 0743.71147 - Fax: 0743.76630
Email: info@lavalnerina.it 

Descrizione

Tra la Valle del Fiume Nera, il Fosso Tissino e la Piano di Monteleone di Spoleto si erge il massiccio calcareo formato dal Monte Coscerno (m 1684), dal Monte di Civitella (m 1565) e dal Monte Aspra (m 1652), vero e proprio “cuore” dell’Appennino Umbro.

L`Oasi naturalistica dei Monti Coscerno ed Aspra è un territorio che sorprende quasi sempre chi non ci vive o ci lavora, e talvolta anche costoro. Chi direbbe, di questi tempi, che lassù possono crescere i mirtilli e volare ancora le aquile, quanti possono ancora aspettarsi in Umbria un luogo, così vicino alle pianure e alle città, dove continuare a trovare le foreste e le coturnici dell’Appennino? Su questi monti l’inatteso e la sorpresa sembrano non venir mai meno, nemmeno oggi, alla luce di quanto “scoperto” nella primavera-estate del 2007, quando una coppia di Corvo imperiale, la prima in Umbria dopo più di trent’anni, è stata vista riprodursi in una selvaggia forra, e quando un orso bruno “girandolone” si è fatto osservare da un’incredula coppietta ed ha “visitato”, ghiotto, le arnie ricche di miele vicino al paese di Gavelli.

Sulle calde pareti rocciose si sviluppano belle formazioni di Leccio e alcuni esemplari di questa quercia mediterranea raggiungono addirittura i 1400 metri di quota, affiancati ai più “montani” aceri e faggi, che in autunno colorano di rosso, amaranto e giallo i monti della zona.

Più in alto delle rocce e dei boschi sono le praterie del Monte Coscerno, centinaia di ettari di distese erbacee spontanee, ricavate dall’eliminazione dei boschi primigeni da parte dell’uomo allevatore. Il Giglio di San Giovanni, la Viola di Eugenia, il Colchico di Spagna, la Genziana maggiore, la Genziana napoletana e la Fritillaria dell’Orsini si osservano in più punti dei pascoli, talvolta al margine dei boschi; il Mirtillo nero dell’Appennino tappezza alcune ridotte aree intorno alla cima, unica stazione di presenza di tutta l’Umbria.

La fauna dell`Oasi naturalistica dei Monti Coscerno ed Aspra è tra le più ricche dell’intero territorio regionale e di tutto l’Appennino centrale. Tre in particolare sono le “bestie selvagge” che la caratterizzano da sempre, che ricorrono ormai “mitiche” nelle cronache antiche, vecchie, recenti ed attuali, nei racconti di storia locale, di escursioni e di caccia: l’Aquila reale, il Lupo e la Coturnice appenninica. Il grande rapace veleggiatore anima da sempre, ininterrottamente, i cieli e le praterie di questi monti: l’Aquila del Coscerno, o l’Aquila di Gavelli, continua a nidificare sulle pareti rocciose della Valcasana, unica coppia “tutta” umbra insieme a quella di Cortigno, nella Valle del Fiume Corno tra Cerreto di Spoleto e Norcia, dopo che negli anni 60 sono scomparse quelle di Monte Patino (Norcia) e del Fosso del Castellone (Ferentillo).

È la “spregiudicata” Aquila di Gavelli, che anche in pieno agosto “viene in paese” a rapire galline vicino all’affollato campo di bocce, o che lontana rastrella gli alti pascoli a caccia di lepri, comunque ben visibile dalla piazzetta. Silenzio e paesaggio sono i due elementi che rendono uniche le aree naturalistiche della Valnerina, organizzando un’escursione in compagnia delle guide e delle associazioni escursionistiche sarete in grado di apprezzare al meglio la purezza dell`Oasi naturalistica dei Monti Coscerno ed Aspra.



Come arrivare

Per conoscere le indicazioni stradali, la invitiamo a consultare la mappa di Google qui a destra

Galleria Fotografica

Oasi Naturalistica dei Monti Coscerno ed Aspra
Oasi naturalistica dei Monti Coscerno ed Aspra
Il Massiccio del Coscerno da Monte Meraviglia - Poggiodomo
Territorio di Cascia - Da Monte Coscerno - Oasi Naturalistica dei Monti Coscerno ed Aspra - Valnerina


Visualizza Oasi naturalistica dei Monti Coscerno ed Aspra in una mappa di dimensioni maggiori

Download documenti
Documento SALVA
Il Castello di Caso e la Chiesa della Madonna delle Grazie.pdf.
Il Castello di Gavelli e la Chiesa di San Michele Arcangelo.pdf.

Richiedi informazioni

Nome: Cognome:
E-mail: Telefono:
Note:
Codice di sicurezza:
Verifica codice:
Acconsento
Non acconsento
Invia
Home | Contattaci | Note legali e privacy

I contenuti del sito (foto, video, docs) sono utilizzabili gratuitamente in modalità
Creative Commons (diritto di Attribuzione 3.0). Usali pure nel Tuo sito web, blog e social.



Design e comunicazione
Altra | via - Key Associati